Azionisti, investitori e comunità finanziaria

“Il dialogo e le relazioni del Gruppo Pirelli con tutte le categorie di azionisti, con gli investitori istituzionali e privati, con gli analisti finanziari, gli operatori del mercato e, in genere, con la comunità finanziaria, sono improntati alla massima trasparenza, nel rispetto dei principi di accuratezza, tempestività e parità di accesso all’informazione e con lo scopo di favorire una corretta valutazione degli assets del Gruppo.”

(I Valori e il Codice Etico – Azionisti, investitori e comunità finanziaria)

 

Pirelli attribuisce importanza strategica alla comunicazione finanziaria quale strumento fondamentale per instaurare e alimentare un rapporto di fiducia con il mercato. Accuratezza, tempestività, trasparenza e parità di accesso alle informazioni sono le regole di base che la Società segue nell’ambito di tale comunicazione. Tramite il Top Management e la funzione Investor Relations, Pirelli mantiene un dialogo aperto e trasparente con analisti e investitori, sia istituzionali sia individuali, per assicurare una corretta valutazione degli asset.

Oltre alla promozione costante dell’Equity Story Pirelli durante tutto l’anno, l’attività di comunicazione finanziaria si è concentrata sulla presentazione del nuovo Piano industriale 2013-2017 alla comunità finanziaria, nel quale sono inclusi obiettivi di sostenibilità al 2020.

Il nuovo Piano rappresenta l’evoluzione strategica del processo di trasformazione che ha portato Pirelli, a partire dal 2010, a focalizzarsi sui segmenti di valore e a raddoppiare la profittabilità. L’evoluzione di tale processo è un rinnovato approccio alla gestione del business, orientato alla generazione di cassa e a garantire un elevato ritorno sugli investimenti.

I contenuti del piano, presentato alla comunità finanziaria il 6 novembre 2013 a Londra, sono riportati in un paragrafo dedicato all’interno del capitolo 1 del presente rapporto, cui si rinvia.

La comunicazione finanziaria

La comunicazione finanziaria nel 2013 è stata improntata a rafforzare il dialogo con i principali stakeholder: dagli investitori istituzionali – che rappresentano a oggi il 47,5% del capitale azionario (36,3% nel 2012) –, fra cui anche gli investitori SRI (Socially Responsible Investing), agli azionisti individuali (10% del capitale azionario), ai Bond Holder e agli analisti finanziari attraverso roadshow e meeting dedicati.

Le attività di roadshow e di incontri, unitamente al crescente interesse degli investitori per la specificità dell’Equity Story di Pirelli all’interno del settore Tyre, hanno portato la base azionaria a diventare sempre più internazionale: gli investitori istituzionali esteri rappresentano a fine 2013 il 43% del capitale ordinario (36% a novembre 2013, 27% a fine 2011).

La presentazione del Piano industriale 2013-2017 avvenuta a Londra il 6 novembre 2013, ha rappresentato un’importante occasione di incontro con la comunità finanziaria internazionale. Particolarmente apprezzata sia la visibilità sui driver di business e sulle aree geografiche in cui Pirelli opera, sia l’apertura al dialogo del Management. La partecipazione di Pirelli in Formula 1 come fornitore unico ha inoltre rappresentato un’occasione importante per avvicinare la comunità finanziaria al business della società. Nel corso del 2013, in occasione dei principali Gran Premi (Montecarlo, Monza, Silverstone, Austin Texas ecc.) Pirelli ha promosso incontri con analisti finanziari e con i principali investitori locali con sezioni di approfondimento dedicate alla tecnologia, al prodotto, al brand e alla distribuzione.

Le attività di roadshow e di incontri, unitamente al crescente interesse degli investitori per la specificità dell’Equity Story di Pirelli all’interno del settore Tyre, hanno portato la base azionaria a diventare sempre più internazionale: gli investitori istituzionali esteri rappresentano a fine 2013 il 43% del capitale ordinario (36% a novembre 2013, 27% a fine 2011).

Nel 2013 l’Azienda ha proseguito il dialogo con gli investitori etici, il cui peso è in progressiva crescita e che fa di Pirelli uno dei principali protagonisti del settore. Tale risultato è frutto anche dell’attività di comunicazione che il management ha strutturato ad hoc per analisti e investitori SRI. In marzo 2013, nell’ambito del progetto congiunto UNPRI-UN Global Compact (un’iniziativa patrocinata dalle Nazioni Unite e volta a migliorare la comunicazione impresa-investitori sulle tematiche ESG) il Top Management Pirelli ha tenuto un Investor Briefing (webcast conference) presentando le Linee Guida ESG e rispondendo ai quesiti di investitori e analisti SRI.

Pirelli ha inoltre sostenuto e partecipato, in qualità di sponsor per il secondo anno consecutivo, all’Annual Conference dell’ICGN (International Corporate Governance Network) tenutosi a New York dal 26 al 28 giugno, un’occasione importante di confronto con investitori internazionali e principali società sui temi della Corporate Governance.

A conferma dell’importanza che le tematiche di Corporate Governance rivestono per la società, a inizio 2013 Pirelli è stata dichiarata per il terzo anno consecutivo “Best Corporate Governance in Italy” nell’ambito del Word Finance Corporate Governance Award 2013. Durante il corso del 2013, Pirelli ha proseguito anche il dialogo con i Bond Holders, una categoria di stakeholder non secondaria per la Società, attraverso roadshows mirati sulle piazze finanziarie di Londra, Francoforte, Parigi e Milano.

L’attenzione della comunità finanziaria sulla Società è confermata da una copertura sul titolo da parte di 24 broker delle principali banche d’affari nazionali e soprattutto internazionali che rappresentano oltre la metà del coverage (52% le istituzioni global).

L’andamento di Borsa nel corso del 2013, mostrato nel grafico sopra riportato, conferma Pirelli tra i migliori titoli del settore Auto & Parts europeo con un +45,3% sovraperformando nettamente l’indice delle Blue Chip italiane (+28,7 pp vs il FTSE MIB) e l’indice di settore europeo (+8 pp vs Stoxx auto).

ANDAMENTO TITOLO PIRELLI & C. VS FTSE MIB, EUROPE STOXX AUTO (1° GENNAIO 2013 - 31 DICEMBRE 2013)

ANDAMENTO TITOLO PIRELLI & C. VS FTSE MIB, EUROPE STOXX AUTO (1° GENNAIO 2013 - 31 DICEMBRE 2013)

Per ulteriori approfondimenti si rinvia alla sezione Investitori del sito internet Pirelli, strumento informativo completo e costantemente aggiornato con quanto di interesse per azionisti e comunità finanziaria.