EMPLOYER BRANDING: CONOSCERE PIRELLI

Pirelli da tempo dedica specifiche risorse alle attività di Employer Branding in quanto ritiene cruciale presentarsi sul mercato come employer of choice, trasmettendo all’esterno i propri tratti caratteristici (per esempio l’internazionalità, la meritocrazia, l’ambiente di lavoro stimolante e dinamico, i percorsi di formazione e di sviluppo per i giovani, l’innovazione tecnologica) e dando visibilità alle opportunità di lavoro dedicate ai neolaureati. Questo naturalmente non accade solo sul mercato italiano ma a livello globale: considerando solo i paesi nei quali Pirelli è presente con uno o più impianti produttivi in Europa, Stati Uniti, Sud America, Medio Oriente, Africa, Russia e Asia Pacifica, nel 2013 sono stati organizzati circa 180 eventi/progetti/ momenti di incontro in cui l’azienda ha promosso le proprie iniziative di Employer Branding.

Particolare menzione merita il Brasile che, grazie a un team HR entusiasta e motivato, è riuscito a raggiungere eccellenti risultati tramite le attività di Employer Branding (è importante sottolineare che, solo nel 2013, Pirelli Brasile è entrata in contatto con circa 44.000 studenti).

A fronte di 100 posizioni di stage aperte in Brasile, 4.000 persone hanno presentato la propria candidatura.

È stata creata una pagina dedicata su Facebook, all’interno della quale gli stagisti di Pirelli Brasile hanno avuto modo di condividere la propria esperienza in Azienda creando un considerevole passaparola virtuale e facendo crescere significativamente il numero di fan della pagina. Inoltre, la sezione carriere all’interno del sito web di Pirelli Brasile è stata resa più visibile e funzionale – grazie alla creazione del canale Work With Us – il che ha portato alla raccolta sistematica e strutturata di cv. Tutto ciò ha permesso a Pirelli Brasile di disporre di un più alto numero di talenti desiderosi di entrare in Azienda, facendo anche sì che la percentuale di neolaureati assunti in azienda dopo lo stage nel 2013 fosse pari al 55%, uno degli indici migliori degli ultimi anni in Brasile.

Per quanto riguarda i progetti portati avanti a livello di headquarter, si possono dividere tra alcuni che possono essere definiti “continuativi” (ovvero che, in base a scelte ragionate e motivate, vengono portati avanti di anno in anno) e altri che sono nati da particolari opportunità, o esigenze, contingenti.

Tra i primi, rientrano tutte le attività che Pirelli svolge in collaborazione con le proprie università di riferimento: Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Bocconi, Cattolica, Università degli Studi di Firenze, Università degli Studi di Torino (queste Università vengono considerate di riferimento sia per la tipologia di studenti che raccolgono – principalmente economisti e ingegneri – sia perché fisicamente prossime alle sedi Pirelli in Italia); con questi istituti, Pirelli ha organizzato Career Day, tavole rotonde, Job Fair, presentazioni aziendali e momenti di incontro con studenti direttamente in azienda volti a “far toccare con mano” la nostra realtà.

Sempre all’interno delle cosiddette attività “continuative”, degna di menzione è la presenza di Pirelli sul web tramite la pubblicazione di Company Profile e annunci di lavoro su siti mirati: LinkedIn e Monster. Per quanto riguarda Linkedin, da giugno 2012 a dicembre 2013, i follower sono passati da 9.000 a 64.000, il che significa che sono cresciuti a un tasso superiore al 700%; nel momento in cui si scrive, Pirelli ha il maggior numero di follower rispetto ai principali competitors; inoltre, sono state create due pagine in più, una dedicata proprio ai neolaureati e l’altra a PZero.

Per quanto riguarda Monster, questo rimane uno dei principali canali di reclutamento di neolaureati, insieme a Job Meeting e Job Advisor (entrambi new entry 2013).

Visibilità e promozione attraverso le università e significativa presenza sul web hanno permesso all’Azienda di portare avanti con successo nel 2013 il processo di ricerca e selezione dei neolaureati: per 42 posizioni di stage aperte in Italia durante l’arco dell’anno, si sono candidate 23.311 persone (a fronte di un numero di posizioni simile, nel 2012 le candidature furono 14.267 e 1.470 nel 2011), le sessioni di assessment svolte sono state 65 per un totale di 601 candidati colloquiati; di questi 601, al termine del primo step di assessment centre, sono passati al secondo step di selezione 192 candidati, di cui poi ne sono stati inseriti appunto 42.

Accanto a queste attività, meritano la giusta considerazione anche altri progetti portati a termine con successo nel 2013.

  • Bocconi Merit Award: nell’ottica di dare supporto ai giovani meritevoli in tutto il mondo, Pirelli ha scelto di collaborare con la Fondazione Bocconi e di dare il proprio contributo nell’erogazione di borse di studio per ragazzi particolarmente outstanding, attraverso una donazione sia nel 2013 sia nel 2014 (per maggiori informazioni: www.unibocconi.eu).
  • Leonardo Mobility Project: nel 2013 Pirelli ha aderito a un’iniziativa promossa dall’AIDP (Associazione Italiana Direttori del Personale) che prevedeva che alcune aziende italiane si offrissero di ospitare all’interno della propria Direzione Risorse Umane uno o più giovani professionisti dell’area HR provenienti dalla Romania. Nello specifico, Pirelli ha accolto due persone provenienti da medie/grandi realtà rumene e ha affidato a ciascuna di loro un progetto da sviluppare e portare a termine nell’arco di due settimane, uno nell’ambito dell’Organizzazione e l’altro nell’ambito del Training. Al termine delle due settimane i progetti sono stati presentati ai responsabili delle due aree; il risultato è stato da una parte utile per Pirelli che ha potuto “sfruttare” il punto di vista – nuovo e internazionale – e le competenze di due professionisti; dall’altra parte, le due persone ospiti hanno maturato un’esperienza formativa che ha consentito loro di conoscere in maniera più approfondita una realtà multinazionale e strutturata.
  • HRC Talent Days: Pirelli, in collaborazione con HR Community, ha sponsorizzato una giornata di orientamento rivolta ai giovani neolaureati che hanno così potuto approfittare della conoscenza maturata sul campo da manager aziendali, sia di Pirelli sia di altre aziende ospiti. Oltre ad aver sponsorizzato, organizzato e ospitato una giornata di orientamento cui hanno partecipato circa 50 giovani e 8 aziende testimonial, Pirelli è anche stata a sua volta testimonial durante altre giornate di orientamento organizzate presso le sedi di altre aziende. Alcuni dei temi trattati sono stati: come scrivere un cv; come affrontare un colloquio di lavoro; lavoro e social network; le professioni più richieste; self-marketing: promuovere il “prodotto me stesso”; i metodi per cercare lavoro; i portali di ricerca specializzati. Il riscontro avuto dai giovani partecipanti tramite HRC è stato particolarmente positivo e gli organizzatori si sono detti particolarmente orgogliosi di aver contribuito a chiarire le idee e a indirizzare le scelte di ragazzi che per la prima volta si devono orientare nel complicato mondo del lavoro. La partecipazione a questo evento ha conferito ai rappresentanti di Pirelli coinvolti il riconoscimento di HRC CSR Ambassador 2013 “per la squisita disponibilità accordata, la preziosa partecipazione al progetto HRC Talent Days, nonché l’importante contributo all’orientamento professionale delle giovani generazioni del nostro paese”.

Il lavoro svolto e l’impegno profuso sui temi dell’Employer Branding sono valsi a Pirelli un riconoscimento da parte di Universum, l’azienda global leader nelle soluzioni per l’Employer Branding la cui mission è quella di promuovere e migliorare la comunicazione tra gli studenti in cerca di lavoro e le aziende che li vogliono reclutare; nel 2013 infatti Pirelli ha ricevuto il premio per la più rapida e significativa crescita all’interno della classifica dei Top Employer da un anno con l’altro; tale riconoscimento motiva Pirelli a continuare su questa strada, ben consapevole del valore che le persone hanno all’interno dell’organizzazione e quindi dell’importanza che ha l’essere sempre più riconosciuti come employer of choice.